Pesce crudo: informazioni anche in pescheria

Come riconoscere se il branzino che stai per acquistare è fresco? Quali segnali è bene osservare per acquistare un'orata appena pescata? Utilizza la nostra guida interattiva per scoprire a cosa fare attenzione per portarti a casa un prodotto fresco e genuino.

 


Gli accorgimenti che è bene seguire
Nel caso del pesce crudo, sempre più di moda, è bene osservare alcune semplici regole per evitare di incappare in brutte sorprese. Non solo sushi e sashimi, ma anche carpacci e pesce azzurro marinato, infatti, possono rappresentare un rischio per la nostra salute. Nel caso di consumo di pesce marinato, crudo o non completamente cotto, il prodotto deve essere preventivamente congelato per almeno 96 ore a una temperatura di -18° C, nel congelatore di casa contrassegnato con almeno tre stelle. La legge già prevede che i ristoratori debbano preventivamente congelare il pesce a una temperatura inferiore a -20° per almeno 24 ore prima di somministrarlo crudo. Ora un nuovo decreto del ministero della Salute ha reso obbligatorio anche per chi vende pesci e cefalopodi freschi (ovvero seppie, calamari e polpi), l'esposizione di un cartello che informi il consumatore sul corretto utilizzo di questi prodotti ittici, se destinati al consumo a crudo.


Quali rischi comporta il pesce crudo?
Il pesce crudo può essere pericoloso a causa della possibile infestazione da Anisakis. Ma di cosa si tratta? L'Anisakis è un parassita che si sviluppa, allo stadio adulto, nei mammiferi marini e, a completamento del suo ciclo biologico, può arrivare ad annidarsi nella cavità addominale dei comuni pesci da banco. Se i prodotti infestati vengono consumati crudi o poco cotti, i parassiti possono trasmettersi all'uomo. L'infestazione causa problemi gastroenterici come dolori addominali, diarrea, nausea, vomito e, in casi particolarmente gravi, perforazioni dello stomaco e dell'intestino.

Fonte: Altroconsumo


CORSI HACCP

BARI: 20 Ottobre 2018

BOLOGNA: 10 Novembre 2018

FIRENZE: 11 Novembre 2018

ROMA: 12 Novembre 2018

MILANO: 1 Dicembre 2018

TORINO : 3 Dicembre 2018

LAMEZIA TERME: 16 Febbraio 2019

NAPOLI: 23 FEBBRAIO 2019

PERUGIA : 24 Marzo 2019

ANCONA : 15 Aprile 2019

MESTRE : 11 Maggio 2019

MESSINA : 15 Giugno 2019

PALERMO : 17 Giugno 2019

CAGLIARI : 7 Agosto 2019

SALERNO : 12 Ottobre 2019

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next

PROFESSIONISTI VINCENTI

24-09-2018

PROFESSIONISTI VINCENTI

PROFESSIONISTI VINCENTI: I CONSULENTI HACCP. COME DIVENTARLO?   Ogni giorno dal Ministero della Salute italiano si registrano avvisi, a volte allarmi, sulla sicurezza alimentare di alcuni prodotti che troviamo, ad esempio, in...

Read more

RESPONSABILE ASSICURAZIONE QUALITA’ ALIM…

26-07-2018

RESPONSABILE ASSICURAZIONE QUALITA’ ALIMENTARE

          CHE COSA FA IL RESPONSABILE ASSICURAZIONE QUALITA’ ALIMENTARE?       Una delle figure lavorative impiegate all’interno della filiera agroalimentare è quella del Responsabile Assicurazione Qualità Alimentare, professione fondamentale per le aziende e le...

Read more

MOCA

18-07-2018

MOCA

      MATERIALI DESTINATI A VENIRE A CONTATTO   CON GLI ALIMENTI (MOCA)       Tra i potenziali pericoli per la sicurezza degli alimenti vi sono anche i materiali che vengono impiegati per proteggerli nelle varie...

Read more

ALLERTE ALIMENTARI

18-07-2018

      ALLERTE ALIMENTARI       Che cos'è il Sistema di allerta RASFF?   Consulta il Portale europeo delle allerta alimentari   Consulta il nuovo Portale italiano “Pubblicazione richiami” (operativo dal 01/01/2017 sul sito del Ministero della Salute)    

Read more

Legge sui sacchetti biodegradabili

09-03-2018

Legge sui sacchetti biodegradabili

    Ecco come funziona la legge sui sacchetti biodegradabili   Dopo l’introduzione è ancora incertezza fra i consumatori sull’obbligo di usare i soli sacchetti biodegradabili a pagamento per pesare e prezzare le merci...

Read more